5 buone ragioni per creare il tuo brand


Quando pensi al concetto di creare e sviluppare un brand, le prime cose che potrebbero venirti in mente sono: un logo fantastico, uno slogan intelligente, una scelta di colori azzeccata.

In realtà, però, la creazione di un brand va ben oltre le solite cose relative al marketing. Si tratta della connessione emotiva che crei con i tuoi clienti, dalla prima volta che scoprono le tue immagini al giorno in cui si allontanano con, sottobraccio, i loro preziosi ricordi racchiusi in un’elegante confezione.

Ed è una cosa molto più importante di quel che potresti immaginare.

Se stai lavorando moltissimo rispetto ai tuoi colleghi, ma non riesci ancora a farlo a tempo pieno, probabilmente la colpa è da attribuire al tuo brand. È per questo che crearlo e svilupparlo può fare una grande differenza, in meglio o in peggio.

Vediamo perché.

1. È un segno di dedizione e passione

Probabilmente hai sentito un milione di volte la gente lamentarsi che: “Al giorno d’oggi chiunque può mettere un logo sulle proprie immagini e chiamarsi fotografo!”.

Consideralo uno stimolo a esaminare anche il tuo brand e assicurarti che nessuna delle cose che lo compongono appaia raffazzonata.

Il tuo brand dovrebbe riflettere che questa è la tua professione a lungo termine, non solo il sogno che hai deciso di inseguire questa settimana.

Un brand solido mostra che hai investito tempo, denaro e un grande sforzo mentale nella tua azienda. Ed è da questo che i clienti capiscono di poter aver fiducia nel fatto che continuerai a offrire esperienze ad alto livello anche in futuro.

L’errore possibile: mostrare una crisi d’identità. Se parli di immagini sofisticate, ma il tuo logo è una vignetta buffa, i tuoi potenziali clienti si potrebbero chiedere se sei ancora in quella fase iniziale in cui si decide in che direzione dirigere la propria professione.

Assicurati che il tuo brand rifletta la quantità di energia che metti nei tuoi affari.

2. Le persone ti ricordano meglio

Hai mai visto i lavori di un fotografo di rock star e ti sei chiesto tra te e te quale fosse il suo segreto?

È semplice: se le tue immagini sono fantastiche, ma il tuo brand è debole, potresti non essere notato mai. Ma se il tuo brand è indimenticabile, può spingere il tuo portfolio veramente in alto.

La gente inizierà a riconoscere il tuo nome come quello dietro alle immagini che hanno notato, inizierà a citarti come “un’ispirazione” e il tuo status inizierà a crescere vertiginosamente. Non importa quanto sia saturo il mercato quando il tuo brand è uno di quelli che la gente ricorda.

L’errore possibile: essere camaleontico. Resisti alla tentazione di modellare il tuo brand a seconda di come cambiano le mode, è difficile diventare un punto di riferimento se continui a modificarti.

3. Trasmette emozioni

Sei per Canon o Nikon? Mac o PC? Android o iPhone? Starbuck o Dunkin?

Tutte queste aziende di estremo successo realizzano prodotti di alta qualità, ma il brand è ciò che ci rende fedeli ai loro prodotti, come se fossimo membri di una squadra.

Che un brand instilli fiducia, susciti nostalgia o ti faccia semplicemente sentire viziato, l’emozione è più importante del logo, del prezzo o persino delle fotografie, perché là fuori è pieno di ottime fotografie.

Assicurati, quindi, che le tue immagini e il tuo brand creino nei clienti un senso di aspettativa ed emozione nel lavorare con te.

L’errore possibile: ignorare il tuo target. Nonostante sia importante che il tuo brand rifletta la tua personalità, deve riflettere anche le persone a cui ti rivolgi.

Immagina di amare alla follia gli unicorni. Il tuo logo dovrebbe ovviamente essere un unicorno, giusto? Beh, non se ti specializzi nella fotografia di eventi sportivi o di ville esclusive, o qualsiasi altra cosa decisamente non legata al mondo del fantastico.

Assicurati che il tuo brand si posizioni in un terreno comune tra la tua personalità unica e il tipo di clientela che ti interessa avere.

03_brand_fotografico_sviluppare

4. Nessuno lo può copiare

Un tuo concorrente può utilizzare le tue location preferite, copiare le tue pose o il tuo stile di post-elaborazione delle immagini. Ma non può ricreare l’impronta che metti nei tuoi lavori, perché non è te.

Se il tuo brand è forte, le persone riconosceranno te come l’originale e riusciranno a distinguere una banale copia a mille miglia di distanza.

L’errore possibile: essere troppo generico. Sei un artista, quindi potresti volere che le fotografie “parlino da sole”. Ma sei anche il proprietario di un’attività commerciale, perciò hai bisogno di un brand che sia unico e riconoscibile, perché parli del tuo lavoro e ti distingua dagli altri.

Cerca di fare in modo che il tuo logo non sia troppo barocco o con colori troppo violenti, per evitare che distragga i clienti dalle tue immagini. Allo stesso tempo non semplificarlo troppo, perché potrebbe diventare invisibile.

5. Riguarda l’intera tua esperienza

Creare e mantenere un brand forte non è un lavoro che si ferma ai modi e alle vie tramite le quali ti fai pubblicità. Dovrebbe anche trapelare nel modo in cui scrivi, ti vesti e contatti i tuoi clienti, nel modo in cui fai rete con i venditori e consegni i tuoi prodotti finiti.

Ogni contatto con i clienti è parte del tuo brand. Se scrivi alla Apple perché hai un problema con un loro prodotto, non riceverai mai in risposta un’email dove accampano scuse o un testo pieno di errori ortografici. Scrivi ogni email, testo, post e stato sui social come se fosse parte del tuo brand, perché lo è.

L’errore possibile: prendere scorciatoie. Se il tuo brand dà l’impressione di essere incompleto, i potenziali clienti si potrebbero chiedere su quali altre cose lavori al minimo sindacale.

Il tuo brand è molto più che un logo: è il modo in cui i clienti percepiscono il tuo business e influisce sulla probabilità che, quando avranno bisogno di un fotografo, pensino subito a te.

Un brand a regola d’arte ti aiuterà a mettere piede nel mercato e a crearti clienti fedeli, quindi non rimandare a domani la sua creazione.

Sei pronto a immergerti nella creazione del miglior brand possibile?

Articolo di DESIGN AGLOW liberamente tradotto dall’originale: https://fstoppers.com/education/how-branding-can-make-or-break-your-photography-business-74991